Sandali infradito: storia e curiosità - CinaMercato2003
19298
post-template-default,single,single-post,postid-19298,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Sandali infradito: storia e curiosità

sandali-infradito-storia

Sandali infradito: storia e curiosità

Quando nascono i sandali infradito?

Avete presenti i sandali infradito che indossate solitamente per andare al mare? Quelli detti anche flip flop? I sandali freschi, coloratissimi e super trendy? La loro storia risale a circa 4000 anni fa!

Il primo prototipo di sandali infradito è stato inventato dagli antichi Egizi ed era considero uno status symbol, ovvero un elemento utilizzate per comunicare la posizione sociale ed economica solo di alcune persone: sacerdoti, faraoni e i loro familiari indossavano i saldali, a differenza della restante popolazione che camminava a piedi nudi.

Come erano fatti i sandali infradito?

Nell’antico Egitto i sandali infradito erano in papiro intrecciato, foglie di palma o in cuoio. Per i ricchi potevano essere anche in oro e molti di loro li impreziosivano con dei gioielli, per poi diventare parte dei corredi funerari.

Anche in Africa venivano utilizzati i sandali infradito, realizzati con pelle di animale, In India con fibre di legno, in Cina e Giappone con fibre di riso.

Anche gli Antichi Romani indossavano i sandali. Alcuni modelli avevano una suola molto alta e venivano utilizzati soprattutto dagli attori durante gli spettacoli per sembrare più alti.

Quando diventano popolari i sandali infradito?

Il boom dei sandali infradito è arrivato durante la Seconda Guerra Mondiale. I soldati americani, giunti in Giappone, conobbero i tradizionali sandali Giapponesi, detti zori e indossati esclusivamente con degli appositi calzini. I saldali infradito arrivarono in America negli anni ’50 diventando un trend soprattutto al mare, così da evitare le scottature ai piedi sulla sabbia. Così che i sandali chiamati inzialmente Jandals (unione di Japan e Sandals) diventarono presto le famosissime flip-flop.

Sandali infradito oggi

Ognuno di noi ha almeno un paio di sandali-infradito! Oggi ce ne sono davvero di tutti i modelli e materiali. Con zeppa, piatte, modello espadrillas, in gomma, colorate o con gioielli, tutte noi attendiamo con ansia l’estate per indossare i modelli più trendy di infradito sia al mare che in città.

Attenzione! I podologi sconsigliano le lunghe camminate o l’utilizzo prolungato di infradito. Di fatto, il piede ha come unico punto di appoggio la stringa infradito. Di conseguenza, il piede assume una posizione innaturale ed è costretto a lavorare il doppio per non perdere aderenza con la calzatura.

Insomma, via libera all’infradito, ma senza esagerare!



Chatta con Noi
Ciao!
Come posso aiutarti?